Community » Forum » Recensioni

La biblioteca dei morti
3 2 0
Cooper, Glenn

La biblioteca dei morti

Milano : Nord, 2009

Abstract: Questo romanzo comincia nel dicembre 782 in un'abbazia sull'isola di Vectis (Inghilterra), quando il piccolo Octavus, accolto dai monaci per pietà, prende una pergamena e inizia a scrivere un'interminabile serie di nomi affiancati da numeri. Un elenco enigmatico e inquietante. Questo romanzo comincia il 12 febbraio 1947, a Londra, quando Winston Churchill prende una decisione che peserà sulla sua coscienza sino alla fine dei suoi giorni. Una decisione atroce ma necessaria. Questo romanzo comincia il 10 luglio 1947, a Washington, quando Harry Truman, il presidente della prima bomba atomica, scopre un segreto che, se divulgato, scatenerebbe il panico nel mondo intero. Un segreto lontano e vicinissimo. Questo romanzo comincia il 21 maggio 2009, a New York, quando il giovane banchiere David Swisher riceve una cartolina su cui ci sono una bara e la data di quel giorno. Poco dopo, muore. E la stessa cosa succede ad altre cinque persone. Un destino crudele e imprevedibile. Questo romanzo è cominciato e forse tutti noi ci siamo dentro, anche se non lo sappiamo. Perché non esiste nulla di casuale. Perché la nostra strada è segnata. Perché il destino è scritto. Nella Biblioteca dei Morti.

1797 Visite, 2 Messaggi

Si intuisce molto già dall'inizio ma l'autore sa scrivere. La lettura risulta scorrevole e piacevole anche se la storia non è molto avvincente o emozionante.

Ho preferito 'Il marchio del diavolo' dello stesso autore ma anche questo è un thriller che si fa leggere, intricato e dal colpo di scena non facilmente intuibile, narrazione alternata fra passato e presente, non ho apprezzato molto il burbero detective protagonista tranne verso la fine.
Per comprendere bene tutta la storia è necessario leggere anche i tre sequel.

  • «
  • 1
  • »

1200 Messaggi in 1139 Discussioni di 96 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.