Community » Forum » Recensioni

  Una  stagione selvaggia
3 1 0
Lansdale, Joe R.

Una stagione selvaggia

Torino : Einaudi, [2006]

Abstract: Hap ha rinunciato da tempo a salvare il mondo: la sua unica preoccupazione è vivere tranquillo, tra chiacchiere oziose e interminabili bevute con l'inseparabile Leonard. Ma il grande sogno degli anni Sessanta gli è rimasto incollato addosso perché non ha mai dimenticato Trudy, la bionda con cui aveva giocato a fare la rivoluzione. Quando Trudy ricompare nella sua vita, chiedendogli di recuperare il bottino di una rapina in banca, accetta l'incarico finendo però a capofitto in una spirale di violenza alla quale potrà sottrarsi soltanto con l'aiuto di Leonard. Quei soldi fanno gola a molti, e c'è chi è disposto a tutto pur di non dover dividere il malloppo. Lansdale accompagna il lettore tra paludi melmose e palazzi fatiscenti, ormai accerchiati dalla nuova America dei centri commerciali e degli immensi parcheggi di cemento. E già dispensa a piene mani quel misto di umorismo sardonico e sottile nostalgia, di idealismo e disillusione che ha fatto di Hap Collins e Leonard Pine una coppia di detective tra le più affascinanti e amate degli ultimi anni.

1249 Visite, 1 Messaggi

E' la prima volta che leggo Lansdale ed ero piena di aspettative, specialmente perché sapevo che i due protagonisti - presenti in altri romanzi - erano due detective niente male. Questa è la loro prima storia e non fanno esattamente i detective. La prosa mi è piaciuta ed il libro l'ho divorato, trovandolo divertente ed anche "cinematografico" (stimola la fantasia al punto che ti sembra di guardare un film di Tarantino), però mi sembra un preambolo. Rimango piena di aspettative e ne agguanto un altro della stessa saga per dare un giudizio più esauriente.

  • «
  • 1
  • »

1200 Messaggi in 1139 Discussioni di 96 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.